Mille anni prima di Cristo, in un tempo in cui i regni e gli imperi di Assiri, Babilonesi, Hurriti e Ittiti lottavano tra loro, dopo la venuta dei Popoli del Mare, nella striscia di terra tra il Mediterraneo e il Mar Morto, sorse un tempio, fonte di saggezza e di giustizia per l’antico regno unito di Israele. Poi, quattrocento anni dopo, la venuta di Nabucodonosor cambiò tutto: la distruzione, la morte, un esilio di secoli nella lontana Babilonia, un popolo eletto divenuto prigioniero. 

1° giorno, domenica 26 dicembre 2021: Tel Aviv
Cena in hotel.
Arrivo all’aeroporto di Ben Gurion e trasferimento assistito all’hotel presso Tel Aviv.

2° giorno, lunedì 27 dicembre 2021: Tel Aviv – Giaffa – Cesarea – Nazareth – Tiberiade
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in hotel.
In mattinata, incontro con la guida e partenza per Giaffa, la località marittima di Tel Aviv, dove sarà possibile passeggiare per i vicoli che si affacciano sull’antico porto; poi è previsto un breve tour di Tel Aviv, la cosiddetta White City, nome che deriva dagli oltre quattromila edifici realizzati secondo lo stile architettonico del “Movimento moderno”. Proseguimento lungo il litorale per raggiungere la località di Cesarea Marittima, l’antica capitale di re Erode il grande e importante fortezza dei crociati negli anni del regno franco di Gerusalemme: ci sarà una visita degli scavi archeologici dell’antica Cesarea, a poca distanza dalla città moderna, i quali comprendono il teatro romano, l’ippodromo, le terme, la villa e la fortezza, costruita per volere del re di Francia Luigi IX.
Poi si terrà una visita del centro di Nazareth, un tempo piccolo villaggio e oggi città di grande rilevanza, nonché simbolo della Cristianità: qui è prevista anche una sosta presso la Basilica dell’annunciazione, il più importante edificio della città, costruita dove si pensa che si trovasse la casa della Vergine Maria quando ricevette la visita da parte dell’arcangelo Gabriele.
Al termine della giornata, sistemazione e pernottamento in hotel a Tiberiade.

3° giorno, martedì 28 dicembre 2021: Tiberiade – Safed – Acri – Caifa – Tiberiade
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in hotel.
In mattinata, partenza per Safed, il centro ebraico per eccellenza di insegnamento della Cabala, la scuola dell’ebraismo rabbinico sorta dopo la Diaspora di Tito del 70 d. C.; dopo di che, proseguimento per Acri (l’antica San Giovanni d’Acri, detta anche Acco in arabo), con visita della città antica, la quale, secondo alcuni, risalirebbe all’età del bronzo e potrebbe corrispondere all’antica città di Aak, tributaria del faraone Thutmosi III. Ciò che è certo di Acri, è che essa corrisponde alla città di Akka, citata nelle famose lettere dell’archivio egizio di Amarna. Ad Acri è prevista una visita della moschea di Al Jazzar, costruita dall’omonimo Pascià con materiali prelevati dall’antica Cesarea Marittima, del caravanserraglio, sopravvissuto a secoli di lotte e assedi, e delle mura, riedificate dallo stesso Jazzar Pascià e dal suo predecessore Zahir al-‘Omar sulle antiche mura crociate nel XVIII secolo. Dopo di che si continuerà in direzione nord, verso il grande centro di Caifa, per salire sul monte Carmelo, dove hanno sede l’università di Caifa e la grotta di Misliya, in cui sono stati rinvenuti fossili di Homo sapiens di quasi 200.000 anni fa; è prevista una sosta per godere della vista sulla baia di Caifa e per visitare il centro mondiale della fede monoteista Bahai, che con i suoi splendidi giardini offre un panorama di eccezionale bellezza.
A seguire, si terrà una visita alla cantina Tulip Winery, la quale costituisce un esempio locale di impresa sociale impegnata nell’inclusione di adulti portatori di handicap e in cui si potrà partecipare ad un’ottima degustazione di vini.
In serata è previsto il rientro all’hotel presso Tiberiade.

4° giorno, mercoledì 29 dicembre 2021: Tiberiade – Cafarnao – Eilat
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in hotel.
Si inizia la giornata con lo spostamento per il famoso lago di Tiberiade, dove sarà possibile visitare il sito archeologico di Cafarnao e dell’antica sinagoga da cui Gesù iniziò la sua missione predicatrice dopo aver lasciato Nazareth. Dopo di che, si salirà sul Monte della Beatitudine, sul quale ha sede la Domus Galilaeae, un centro di studio e formazione neocatecumenale; in seguito al pranzo, si proseguirà lungo la valle del fiume Giordano verso il Mar Morto. Qui, nel pomeriggio, si terrà la visita al sito archeologico di Qumran, nelle cui grotte, scavate tra le montagne del Mar Morto, sono stati trovati i famosi rotoli (per la maggior parte in pergamena, ma alcuni anche in papiro) manoscritti del Mar Morto, i quali sono stati rinvenuti alcuni antichissimi testi della Bibbia ebraica.
In serata, arrivo ad Eilat con sistemazione e cena in hotel.

5° giorno, giovedì 30 dicembre 2021: Eilat – Masada – Gerusalemme
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in hotel.
In mattinata sarà concesso del tempo libero a disposizione per permettere ai partecipanti di fare un bagno nelle acque salate del Mar Morto; poi, in tarda mattinata, partenza verso la famosa fortezza di Masada, costruita dal Erode il Grande su di un altopiano roccioso e conquistata dai Romani nel corso della guerra giudaica dal generale Lucio Flavio Silva tramite un’ingegnosa rampa di terra che permise ai soldati di assaltare la fortezza, salvo trovare i nemici già morti suicidi per ordine del loro capo, Eleazat Ben Yair; qui si visiteranno le antiche rovine della fortezza, in cui sono ancora visibili i resti della rampa costruita dai romani, degli accampamenti romani e della sinagoga.
Dopo il pranzo è prevista la partenza per Gerusalemme, dove si terrà una visita al Museo di Israele, nel quale sono conservati e visibili al pubblico i rotoli del Mar Morto rinvenuti a Qumran. Ci si fermerà anche per vedere, dall’esterno, il Knesset (il parlamento israeliano) e la ricostruzione del Grande Candelabro, la Menorah che, secondo i racconti della Torah, sarebbe stato costruito da Mosè.
In serata trasferimento e cena in hotel.

6° giorno, venerdì 31 dicembre 2021: Gerusalemme
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in hotel.
In mattinata si terrà una visita al Memoriale Nazionale Israeliano dell’Olocausto dello Yad Vashem, l’ente nazionale per la memoria della Shoah, costruito in memoria delle vittime del Nazismo. In seguito, visita del famoso mercato di Mahane Yehuda, detto anche lo “Shuk”, dove sarà possibile godere dei colori, dei profumi e dell’atmosfera unica di questo mercato, frenetico e ricco soprattutto in preparazione allo Shabbat e alle altre festività ebraiche e aperto agli assaggi dei numerosissimi prodotti locali.
Nel pomeriggio è prevista la visita della Città Vecchia, il cuore di Gerusalemme: ci sarà una passeggiata per il caratteristico quartiere ebraico per vivere l’atmosfera di preparazione allo Shabbat, e una sosta presso il Muro del Pianto, ciò che rimane dell’antico Secondo Tempio, distrutto nel 70 d. C. nel corso della guerra giudaica dalle truppe romane di Tito.
In serata rientro all’hotel. Per chi avrà fatto richiesta, ci sarà la cena di Shabbat presso la casa di una famiglia ebraica locale.

7° giorno, sabato 1 gennaio 2022: Gerusalemme – Betlemme – Gerusalemme
Colazione in hotel. Pranzo libero. Cena in hotel.
In mattinata  ci sarà la visita alla cima del Monte degli ulivi, da cui sarà possibile ammirare l’intero complesso architettonico di Gerusalemme, un insieme di stili di popoli ed epoche diverse quasi unico nel suo genere. In breve tempo si raggiungeranno la Chiesa di tutte le Nazioni, caratterizzato dal suo stile architettonico, in cui si fondono elementi tipici della basiliche cristiane e delle moschee islamiche, e il giardino del Getsemani, il piccolo uliveto in cui si ritirò Gesù prima del suo arresto al termine dell’Ultima Cena. Al termine della visita, rientro nella Città Vecchia attraverso il bazar arabo, da cui si intraprende il percorso della Via Crucis, sino a giungere alla Basilica del Santo Sepolcro, la quale ingloba la collina del Golgota, il luogo dove si ritiene sia avvenuta la crocifissione di Gesù, e rappresenta uno dei luoghi più sacri del Cristianesimo.
Dopo il pranzo, nel pomeriggio si terrà un’escursione verso Betlemme, dove si visiterà la Basilica della Natività, costruita nel luogo dove era presente la grotta in cui nacque Gesù.
Rimane poi del tempo libero a disposizione; su richiesta anticipata e in supplemento vi sarà la possibilità di assistere allo Spettacolo di Luci e Suoni sulla Torre di Davide.

8° giorno, domenica 2 gennaio 2022: Gerusalemme
Colazione in hotel.
Partenza per l’aeroporto di Ben Gurion e rientro in Italia. Vi è anche la possibilità di visitare il Monte del Tempio, uno dei luoghi sacri più contesi tra le tre grandi religioni monoteiste. Qui sorgono la Cupola dell’Ascensione di Maometto, la Cupola della Catena di Davide e Salomone, la Cupola del Profeta e le cupole di Yusuf e Al Khalil, oltre alla celebre Moschea si Al-Aqsa, l’antica sede dei cavalieri templari di Gerusalemme.
La visita terminerà in tempo per il trasferimento all’aeroporto di Ben Gurion e il volo di rientro in Italia.

Sistemazioni selezionate (o similari) – categoria 4*
Tel Aviv, Hotel Prima City
Tiberiade, Kibbutz Lavi Hotel
Eilat, Hotel Daniel Dead Sea
Gerusalemme, Prima Royale Hotel