TOUR NEL REGNO DI CAMBOGIA

TOUR DELLA CAMBOGIA PREZIOSA: PHNOM PENH – BATTAMBANG – SIEM REAP

PROGRAMMA del tour della cambogia:

  • 1° giorno, lunedi: Phnom Penh
    Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Arrivo all’aeroporto di Phnom Penh e incontro con l’assistente locale. Trasferimento in albergo e sistemazione nelle camere riservate a disposizione dalle ore 14:00. Incontro con la guida locale e dopo il pranzo, visita della città a partire dal commovente Tuol Sleng, meglio noto come “museo del genocidio”, utilizzato dai Khmer Rossi come luogo di detenzione nel 1970. Al termine sosta al Russian Market (Psah Toul Tom Poung). Situato nella parte meridionale della città, il suo nome deriva dalla grande popolarità che riscosse negli anni 80 tra gli espatriati russi e tuttora interessante grazie alla vasta concentrazione di oggetti d’arte, dipinti, argenti, monete, antichità.
  • 2° giorno, martedi: Phnom Penh – Kompong Loung – Battambang
    Prima colazione in albergo. Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Partenza per Battambang (299 km, 5 ore circa) con una prima sosta a Koh Chen per visitare il villaggio e le botteghe degli artigiani specializzati nella lavorazione dell’argento. Si prosegue per Kompong Loung da dove ci si imbarca per una esplorazione del Lago Tonle Sap e il suo villaggio galleggiante.Dopo la sosta per il pranzo proseguimento per Battambang dove si visita il Wat Ek Phnom, bel tempio risalente all’undicesimo secolo che, circondato dal verde e da stagni adorni di ninfee, regala un’atmosfera di pace e di armonia per un’esperienza rilassante e spirituale. Nei pressi si trova anche la Wat Ek Phnom Pagoda con all’interno una delle più complete collezioni di dipinti buddhisti di tutto il paese. Nel tardo pomeriggio si intraprende un vero e proprio viaggio culinario con il “Battambang Foodie Tour “, un percorso gastronomico nel vecchio quartiere coloniale lungo le rive del fiume Sangker, per svelare i segreti della cucina khmer: le bancarelle propongono una vasta scelta di prelibatezze locali tra le quali ci si potrà orientare con l’aiuto della guida. L’esperienza si concluderà con un bicchiere di vino e una selezione di dolcetti seduti lungo il marciapiede e osservando un altro aspetto della vista quotidiana nel centro della cittadina che si anima dopo il tramonto. il tour di circa 2 ore e mezza (18:00/20:30) comprende la degustazione di snack, 1 bicchiere di vino o birra locale e 1 bevanda analcolica o acqua minerale.
  • 3° giorno, mercoledi: Battambang – Banteay Chmar – Siem Reap via strada
    Prima colazione in albergo. Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    OPZIONE FEBBRAIO-LUGLIO: BASSO LIVELLO DELLE ACQUE DEL TONLE SAP
    Dopo la prima colazione, visita del mercato locale di Battambang e del Banteay Chmar, immenso complesso di templi eretto da Jayavarman VII nel 13° secolo al centro di una grande città. Abbandonato e sepolto nella giungla, è stato riscoperto recentemente rivelando le sue sculture superbe sulle pareti esterne. Purtroppo, alla fine degli anni 90, il Banteay Chmar è stato sottoposto a numerosi saccheggi ma molte delle sculture di squisita fattura sono fortunatamente salve. Dopo il pranzo, proseguimento per Siem Reap, custode del complesso di Angkor, gioiello del fiorentissimo impero khmer. Siem Reap è una meta che, con il suo patrimonio archeologico inestimabile, da sola giustifica il viaggio: templi muschiosi sorretti dalle radici di alberi secolari, antiche pietre scolpite di figure danzanti che sembrano animarsi allo scintillio dei primi raggi del sole filtrato dalle liane, torri che si riflettono orgogliose in immoti specchi d’acqua o che bruciano in tramonti rosso fuoco: uno spettacolo da non perdere.
  • 4° giorno, giovedi: Siem Reap
    Prima colazione in albergo. Pranzo in ristorante locale.
    Al mattino visita del Ta Prohm, uno dei più affascinanti e famosi monumenti dell’area, la perfetta immagine del tempio perduto nella giungla all’ “Indiana Jones” avvolto com’è nello
    strettissimo abbraccio delle enormi radici che lo sostengono e ne impediscono il crollo. A seguire i templi Preah Khan e Neak Pean. Nel pomeriggio si prosegue con la visita del tempio di Angkor Wat, testimonianza e testamento culturale della più grande civiltà del sud-est asiatico. E’ questa una delle meraviglie del mondo, vero e proprio capolavoro di stile architettonico, di dettagli decorativi e di straordinari bassorilievi che descrivono leggende e gesta epiche del mondo khmer. Secondo la mitologia hindu, è una replica dell’universo composta dal monte Meru, dimora degli dei, circondato dai continenti e dagli oceani. Durante la visita è richiesto un abbigliamento adeguato per il rispetto del luogo di culto del popolo kmer. E’ bene sapere che sulla torre Bakan dell’Angkor Wat non possono salire più di 100 contemporaneamente e l’attesa potrebbe essere lunga. Ai minori di 12 anni non è consentito l’accesso. Resta chiusa nei giorni di festività religiose buddhiste e 4 giorni al mese del calendario lunare.
  • 5° giorno, venerdi: Siem Reap
    Prima colazione in albergo. Pranzo in ristorante locale. Cena con spettacolo di danze Apsara.
    Al mattino visita del Banteay Srei, mirabile tempio consacrato a Shiva dalle eleganti incisioni e dai padiglioni particolarmente belli che ne fanno una delle più perfette manifestazioni d’arte khmer. Si prosegue con la visita al Banteay Samrei, a una ventina di chilometri di distanza. Questo tempio fortificato circondato da fossati è caratterizzato da bassorilievi raffiguranti scene della vita di Vishnu e di Krishna (richiesto un abbigliamento adeguato con
    spalle e ginocchia coperte, no minigonne, top scollati e short). Sulla via del ritorno sosta in un villaggio per dissetarsi con una bevanda a base di acqua di cocco fresco e per osservare con quanta abilità i locali si dedichino alla preparazione dello zucchero di canna e alla coltivazione dei campi di riso. Nel pomeriggio prosegue la visita della vasta area archeologica con Angkor Thom, capitale sino al XV secolo del vasto e potente regno khmer, dove si visita il maestoso Bayon dagli enormi volti enigmatici scolpiti nella roccia – forse le immagini più immediatamente riconoscibili del sito -, il Baksei Chamrong, la Terrazza degli Elefanti, un tempo usata come tribuna e così chiamata perché decorata da una parata di pachidermi e la Terrazza del Re lebbroso, piattaforma di 7 metri di altezza sulla quale è collocata la presunta statua del fondatore di Angkor, morto di lebbra secondo la leggenda. Cena in ristorante con spettacolo di danze tradizionali apsara.
  • 6° giorno, sabato: Siem Reap – SAMBOR PREI KUK – Phnom Penh
    Prima colazione in albergo. Pranzo in ristorante locale. Cena libera.
    Partenza per Phnom Penh (314 km, 5-6 ore circa). Lungo il percorso visita dell’area dei 100 templi di mattoni d’argilla di epoca pre-angkoriana di Sambor Prei Kuk nella provincia di Kompong Thom. Questi templi sparsi nel raggio di 5 km, fatti edificare dal sovrano Isanavarman, risalgono al settimo secolo, 600 anni prima della costruzione del più celebre Angkor Wat ai quali fu ispirato nello stile e nel disegno. Arrivo a Phnon Penh e sistemazione in hotel.
  • 7° giorno, domenica: Phnom Penh
    Prima colazione in albergo.
    In mattinata visita della città con il museo nazionale dell’arte e dell’archeologia khmer ed il Palazzo Reale con al suo interno la Pagoda d’Argento, così chiamata per il pavimento ricoperto di lastre di questo nobile metallo. E’ richiesto un abbigliamento adeguato. Le camere dovranno essere lasciate libere entro le ore 12:00. In tempo utile trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro o per proseguire verso una nuova destinazione.

Sistemazione alberghiera
categoria superior
Phnom Penh, The Frangipani Royal Palace, camera deluxe
Battambang, Classy Hotel & Spa, camera superior
Siem Reap, Somadevi Angkor Hotel, camera deluxe

categoria first class
Phnom Penh, Palace Gate Residence, Studio Room
Battambang, Battambang Resort, Garden Room
Siem Reap, Navutu Dreams Resort, Explorer Room