Tour del Laos e della Thailandia

Da Vientiane a Bangkok attraverso secoli di storia

Programma:

  • 1° giorno, martedì: Vientiane
    Arrivo a Vientiane. Operazioni di sbarco e incontro con la nostra guida locale per il trasferimento in hotel. Sulla riva sinistra del Mekong si trova la città più grande del Laos e la capitale più piccola del mondo famosa per il suo “Arco di Trionfo”. Pernottamento a Vientiane.
  • 2° giorno, mercoledì: Vientiane – Luang Prabang 
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Dopo la prima colazione city tour della città capitale Laotiana con visita ai templi Wat Phra Keo e Wat Sisaket che conta numerose immagini del Buddha, lo stupa di That Luang e al Patuxay Arco di Trionfo. Dopo le visite nel pomeriggio proseguimento verso la stazione in tempo utile per prendere il nuovo treno ad alta velocità della linea Kunming (Cina) – Vientiane con stazioni intermedie nelle principali città laotiane. Arrivo previsto intorno alle 18 alla stazione di Luang Prabang dopo circa 2 ore di viaggio. Incontro con la guida e trasferimento in hotel. Adagiata sulle rive del fiume Mekong e circondata dalle montagne, Luang Prabang è una delle città più belle e incantevoli dell’Asia. Durante il vostro soggiorno, potrete assaporare l’atmosfera speciale di questa città unica. Pernottamento a Luang Prabang.
  • 3° giorno, giovedì: Luang Prabang – Luang Prabang city tour e le Cascate di Kuangsy
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Dopo la prima colazione visita del Wat Xiengthong, il tempio del XVI secolo che, più di ogni altro tempio di Luang Prabang, incarna tutta l’eleganza e la grazia dell’architettura laotiana. Si prosegue per la visita del Wat Visoun Narath, un tempio del XVI secolo che funge da piccolo museo per i manufatti religiosi e che è considerato uno dei templi più importanti del Laos. Prima di partire per le cascate visita al Museo del Palazzo Reale. Costruito nel 1904, durante l’epoca coloniale francese per il re Sisavang Vong e la sua famiglia, dal punto di vista architettonico combina una miscela di motivi tradizionali laotiani e gli stili della Beaux-Art francese. Questo museo ospita una splendida collezione di oggetti d’arte, costumi del Teatro Reale, gioielli e altri interessanti tesori appartenuti all’ex re. Proseguimento per le cascate di Khuang Sy con soste lungo il percorso ad alcuni villaggi etnici di montagna; Hmong e i Khmus, noti guerrieri e coltivatori del papavero da oppio. Questi popoli hanno ormai abbandonato le antiche consuetudini ma conservano intatto il loro fiero portamento. Arrivo alle suggestive cascate e breve passeggiata nella circostante foresta pluviale. Possibilità di salire lungo un sentiero che le affianca per poterle ammirare dall’alto. Verso il tramonto salita dei 329 gradini del monte Phousy per godersi la vista del Mekong e della citt patrimonio culturale mondiale. Rientro a Luang Prabang.
  • 4° giorno, venerdì: Luang Prabang – Pak Ou Cave 
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Dopo la prima colazione partenza per un’escursione alle Grotte di Pak Ou, situate a circa 25 chilometri di barca (circa un’ora di navigazione) da Luang Prabang lungo il Mekong e alla foce del fiume Nam Ou. Le Grotte di Pak Ou rappresentano uno degli itinerari più caratteristici della provincia. Realizzate dalla popolazione locale più di 300 anni fa, le Grotte di Pak Ou custodiscono al loro interno più di 4.000 immagini del Buddha. Le due grotte principali sono Tham Thum, la più grande e più profonda, e Tham Ting, quest’ultima accessibile attraverso una scalinata piuttosto ripida. Sosta a Ban Muangkeo, nota per il famoso cocktail di benvenuto laotiano “lao khao”. Si assisterà alla lavorazione dell’alcol di riso. Rientro a Luang Prabang con sosta a Ban Xang Khong e Xiëng Lek. Questi villaggi sono noti per la produzione di carta di juta, la tessitura della seta e la tintura naturale. Pernottamento a Luang Prabang.
  • 5° giorno, sabato: Luang Prabang / Bangkok
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Alle ore 6.00, possibilità assistere alla questua giornaliera dei monaci Vat May per il ritiro del cibo. Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo diretto a Bangkok. All’arrivo dopo il disbrigo delle formalità doganali e il ritiro bagagli, incontro con l’assistente parlante inglese al GATE 4 e trasferimento con solo autista in hotel. Le camere sono disponibili dalle ore 14:00. Resto della giornata libera. 
  • 6° giorno, domenica: Bangkok 
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Incontro con la guida e partenza per questa mezza giornata di visita di alcune delle principali attrazioni di questa metropoli. Si comincia con il Palazzo Reale, fondato nel 1782, comprende non solo sale reali e trono, ma anche numerosi uffici governativi e il famoso Tempio del Buddha di Smeraldo. Copre un’area di 218.000 metri quadrati ed è circondato da quattro mura, per 1.900 metri di lunghezza. Si prosegue con il contiguo Wat Pho che non è solo uno dei templi buddisti più visitati di Bangkok, ma è anche la combinazione di storia, scienza medica e istituto scolastico. Ufficialmente battezzato Wat Prachetuphon Vimon Mangkararam, il Wat Pho fu fondato durante il XVI secolo e in seguito divenne il Royal Temple of King Rama I della dinastia Chakri. Nel 2008, il Wat Pho è stato nominato Memoria del mondo dell’UNESCO (MOW) come patrimonio documentario per l’Asia e la regione del Pacifico. Le visite terminano con il Wat Trimitr, questo tempio buddista vicino a Bangkok Chinatown è famoso per una sola cosa: il Buddha d’oro. La storia racconta che nel 1931 ci fu un restauro che si svolse a Wat Phraya Krai nel distretto di Yannawa. La statua principale del Buddha, che era in cemento, è stata quindi trasferita a Wat Trai Mitr, che stava subendo anche un importante rinnovamento ed espansione. Venti anni dopo, nel 1955, quando le strutture furono completate, la statua del Buddha venne spostata per essere incastonata in uno degli edifici. Ma la statua del Buddha era troppo pesante e cadde dalla gru di sollevamento e la superficie incrinata rivelò l’oro puro nascosto all’interno.
    * Si ricorda di vestirsi in maniera appropriata per i luoghi che si visiteranno, è bene avere spalle e gambe coperte. Ricordiamo di portare con sè il passaporto che spesso viene richiesto per i controlli di ingresso ai monumenti.
  • 7° giorno, lunedì: Bangkok – Ayutthaya – Sukhothai
    Prima colazione in hotel. Pranzo in ristorante locale e cena liberi.
    Alle 07:00, incontro con la guida in italiano e partenza per la scoperta dell’Antica Capitale della Thailandia. Bang Pa In si raggiunge con un breve tragitto di 60 km a nord di Bangkok, lungo le rive del fiume Chaopraya. Bang Pa In è uno dei palazzi estivi della Famiglia Reale Thailandia. Il palazzo risale al XVII secolo, prima dell’insediamento di Bangkok come capitale, poi caduto in disuso per un lungo periodo. Tutti gli edifici che visiterete risalgono alla sua rinascita, resa possibile da King Mongkut (Rama IV) nel XIX secolo.
    Si procede con il Parco Storico di Ayutthaya, la città fu fondata nel 1350 e divenne la seconda capitale siamese dopo Sukhothai. Fiorì dal XIV al XVIII secolo, durante questi secoli divenne una delle aree urbane più cosmopolite del mondo e un centro di diplomazia e commercio globale. Ayutthaya era strategicamente situata su un’isola circondata da tre fiumi che collegavano la città al mare. Questo sito fu scelto perché si trovava al di sopra della marea del Golfo del Siam, impedendo così l’attacco della città da
    parte delle navi da guerra marittime di altre nazioni. Nel pomeriggio arriviamo al Parco Storico di Sukhothai. Il Parco è aperto giornalmente e offre anche servizio di tram, oltre a biciclette in affitto per esplorare la vasta area. I principali luoghi di interesse sono: Le Mura della città situate nel centro del Parco Storico circondate da bastioni. Le mura contengono quattro cancelli principali. Una iscrizione sulla pietra menziona che Re Ramkhamhaeng collocò una campana su uno dei cancelli. Se i suoi sudditi avessero avuto bisogno di aiuto avrebbero potuto suonare la campana e il Re sarebbe uscito per prendere decisioni su dispute e dispensare giustizia. Internamente alla città ci sono 35 monumenti inclusi templi Buddisti e molte altre strutture, tra cui il Palazzo Reale e il Wat Mahathat. Arrivo in Hotel a Sukhothai alle 17:30 circa. Pernottamento
  • 8° giorno, martedì: Sukhothai – Sri Satchanalai – Phayao – Chiang Rai
    Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
    In mattina incontro con la guida in italiano, partenza per Chiang Rai, con piacevoli soste lungo il percorso.
    Il Parco storico di Si Satchanalai è situato sulla sponda del fiume Yorm. L’antica città, formalmente chiamata Muang Chaliang, fu denominata Si Satchanalai durante il regno di
    Phra Ruang quando un nuovo centro amministrativo fu costituito a sostituire Chaliang. Le rovine di 134 monumenti sono state scoperte all’interno di questo parco tra cui il Wat Phra That Suthon Mongkol Khiri, la Vonburi House, costruita in Teak alla fine dell’Ottocento, in stile coloniale Europeo, oggi è una interessante casa museo, molto ben conservata.
    Nel pomeriggio proseguimento per il Lago Phayao, un’importante risorsa di pesca per la comunità locale. Il lungolago è una popolare area ricreativa per attività sportiva, picnic o relax.
    Attività facoltative:
    – noleggio barca per costeggiare le acque fino al Wat Tilokarum
    – noleggio bicicletta per gironzolare lungo le rive del lago
    Arrivo a Chiang Rai verso le 18:00. Trasferimento in hotel e pernottamento.
  • 9° giorno, mercoledì: Chiang Rai – Chiang Mai
    Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
    Esplorazione della provincia più a Nord della Thailandia, iniziando dal Triangolo d’Oro, il punto in cui le frontiere del Myanmar della Thailandia e del Laos si incontrano. Visita al Wat Phra That Pu Khao che offre una meravigliosa vista del Triangolo d’oro, del fiume Mekong e delle montagne boscose. Due grandi serpenti Naga a più teste ornano la inferiore della scala a protezione del tempio. Si prosegue per il Museo dell’Oppio, Il museo espone ed erudisce i visitatori sulla produzione di oppio e il suo utilizzo nella vita delle popolazioni tribali delle colline.
    Nel pomeriggio sosta al celebre Tempio Bianco, Wat Rong Khun, uno dei numerosi luoghi religiosi di Chiang Rai. Creato dalla grande devozione del famoso artista thailandese Chalermchai Kosipipat, il tempio è dedicato al Signore Buddha con l’intenzione di
    costruire un paradiso raggiungibile sulla terra per rappresentare la giustizia e l’incoraggiamento del buon karma. Ci si ferma anche alle Hot Spring di Mae Krachan, Arrivo a Chiang Mai in serata. Trasferimento all’hotel e pernottamento.
  • 10° giorno, giovedì: Chiang Mai – Elephant Jungle Sanctuary
    Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale e cena libera.
    Giornata dedicata al santuario degli elefanti, per conoscere meglio questi pachidermi, per offrire ai visitatori un’esperienza piacevole con l’opportunità di trascorrere del tempo con gli elefanti nel loro ambiente naturale, e avere una panoramica sulla loro storia e il loro comportamento, creando così piacevoli ricordi con questi meravigliosi animali che vi accompagneranno per tutta la vita.
    ITINERARIO APPROSSIMATIVO
    06:30-07:00 Pick up dal vostro hotel a cura del Santuario degli Elefanti.
    Si guida per circa un’ora e mezza a sud di Chiang Mai attraverso dolci colline, foreste e aree agricole locali.
    08:30 Arrivo a Elephant Jungle Sanctuary. Scoprite gli elefanti e cambiatevi con i vestiti tradizionali Karen.
    09:00 Incontro con gli elefanti. Interazione e giochi con gli elefanti in un ambiente naturale per imparare il loro comportamento e la loro storia.
    09:45 Fango Spa con gli elefanti
    10:30 Camminata con gli elefanti sul fiume per lavarli.
    11:30 Pranzo con un pasto tradizionale e poi saluto agli elefanti.
    12:00 Si lascia l’Elephant Jungle Sanctuary e ritorno a Chiang Mai.
    Nel pomeriggio completiamo la giornata visitando il più famoso tempio di Chiang Mai, il Wat Pratat Doi Suthep, situato su una montagna dall’alto della quale si gode di una vista
    panoramica sulla zona collinare.
    Costruito nei primi anni del XIX secolo buddhista, la bellezza del Wat Phra That Doi Suthep è segnata da statue di serpenti a sette teste che fiancheggiano le
    scale verso il tempio dove si trova una pagoda dorata in stile Chiang Saen e tutta la sua squisita architettura Lanna. La vista di Chiang Mai da qui è semplicemente fenomenale.
    Rientro in hotel alle 16:30 circa, tempo per rilassarsi. Pernottamento.
  • 11° giorno, venerdì: Chiang Mai
    Prima colazione in hotel.
    Camera a disposizione fino alle 12:00. In tempo utile, incontro con l’autista e trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai per il volo di rientro.

Sistemazione alberghiera o similare:
Vientiane, Crowne Plaza
Luang Prabang, Houngvilai Hotel
Bangkok, Ramada Plaza Menam Riverside
Bangkok, The Mantrini, superior room