Tra i paesi del Sud-est asiatico, la Malesia offre una esperienza a contatto con la natura primordiale ed un mare spettacolare. Il paese sta gradualmente maturando una cultura pluralista basata su un’unione dinamica e del tutto originale tra i popoli malese, cinese, indiano ed elementi culturali e tradizionali di altri gruppi etnici indigeni. A prima vista, Singapore appare sorprendentemente moderna e anonima, ma si tratta senza dubbio di una città asiatica, dove tradizioni cinesi, malesiane e indiane, dal feng shui al culto degli avi, sono parte integrante del paesaggio quotidiano – contrasti ricchi di colore che danno vita alla città.

Itinerario: 1 notte Singapore, 1 notte Malacca, 4 notti Kuala Lumpur, 1 notte Kuching, 2 notti Batang Ai, 1 notte Kuching, 5 notti mare a Redang

1° giorno: Italia – Singapore
Partenza con voli di linea. Pasti e pernottamento a bordo.
2° giorno: Singapore
Pranzo in ristorante, cena libera.Arrivo all’aeroporto internazionale di Singapore, incontro con l’assistente locale e disbrigo delle formalità doganali. Trasferimento organizzato in albergo, sistemazione nelle camere riservate e tempo a disposizione per riposare. Nel pomeriggio visita della città, per scoprire la storia, la cultura e lo stile di vita della multirazziale Singapore. Si passeggerà negli stretti vicoli traboccanti di prodotti agricoli, spezie e ninnoli vari della coloratissima Little India. Si ammirerà l’Esplanade-Theatre on the Bay, un complesso fantascientifico costato 600 milioni di dollari di Singapore, una sfida al profondo tradizionalismo della città. Si supererà poi il Distretto Finanziario fino ad arrivare a Chinatown, celebre cuore culturale di Singapore. Il quartiere è un originale accostamento di vivaci attività commerciali e locali notturni, mentre nell’atmosfera aleggia ancora il ricordo degli anni di stenti in cui gli immigrati, per sbarcare il lunario, si affidavano all’ingegno, al duro lavoro, alla preghiera e alla fortuna. Dopo qualche acquisto nei numerosi ed unici negozi della zona, si visiterà il più antico tempio hindu di Singapore, il Sri Mariamman Temple. Impossibile non vedere il variopinto gopuram (torre) degli anni ’30 che sormonta l’ingresso, elemento tipico dello stile dravidiano dell’India del Sud. Sulle mura perimetrali si vedono statue di mucche sacre, mentre il gopuram è coperto da vistose figure in gesso che rappresentano Brahma il Creatore, Vishnu il Conservatore e Shiva il Distruttore. L’ultima visita è riservata agli incantevoli Giardini Botanici. Se i pianificatori urbani di Singapore potessero mettere a punto il paradiso, non avrebbe un aspetto molto diverso da questi giardini. L’ingresso principale porta ad un idilliaco laghetto con le carpe, proprio dietro a questo, gorgoglia una cascata sorvolata da una moltitudine di uccellini colorati. Qui si trova anche il National Orchid Garden, che ospita oltre 60.000 piante e una serra fresca dove si possono ammirare specie carnivore e orchidee tipiche di climi meno caldi. Durante il tour si sosterà in una fabbrica di gioielli, per partecipare al passatempo favorito degli shoppers di Singapore o semplicemente per ammirare il design degli splendidi gioielli della città. Rientro in albergo e pernottamento.
3° giorno: Singapore – Malacca
Pensione completa. Incontro con l’assistente locale e trasferimento alla stazione ferroviaria Woodlands per prendere il treno che vi condurrà alla stazione di Tampin a Malacca. Incontro di benvenuto e trasferimento in albergo in centro città. A fondare Malacca fu Parameswara, un principe hindu di Sumatra che ne fece uno dei più importanti porti di rifornimento delle navi mercantili che facevano la spola nello strategico Selat Melaka e che lì potevano attendere la fine dei monsoni per ripartire. Si visiterà il centro storico con una passeggiata, toccando i punti più interessanti di Malacca: Porta de Santiago, ciò che resta della fortezza costruita dai portoghesi nel 1511; St Paul’s Church, costruita da un capitano portoghese nel 1521, offre un panorama che abbraccia tutta Malacca; lo Stadthuys, il simbolo più inconfondibile della città e punto di sosta preferito dai risciò, sede del municipio e residenza del governatore. La visita continua con Christ Church, costruita dagli olandesi nel 1590; Jonker Street e il Cheng Hoon Teng Temple, il tempio tradizionale cinese più antico della Malesia e tutt’ora un luogo di culto della massima importanza per la comunità buddhista di Malacca. In serata si potrà ammirare la città durante una crociera lungo il fiume. Rientro in albergo e pernottamento.
4° giorno: Malacca – Kuala Lumpur (2 ore circa)
Prima colazione in albergo. Pranzo in ristorante. Tempo a disposizione e all’ora convenuta, trasferimento organizzato alla stazione ferroviaria per il treno verso Kual Lumpur. Incontro con l’assistente locale e trasferimento in albergo per la sistemazione nelle camere riservate. Tempo libero a disposizione e in serata, partenza per una visita notturna della città che con le sue mille luci cambia completamente aspetto. A pochi passi da Chinatown si trova lo Sri Mahamariamman Temple, un grande e decoratissimo tempio hindu, costruito nel 1873 secondo lo stile dei templi dell’India del Sud. Il profumo del gelsomino che brucia, gli incessanti canti dei monaci hindu, le intricate sculture delle divinità e l’aura mistica di questo luogo sono davvero di grande impatto. Si passeggerà lungo Jalan Petaling, cuore commerciale di Chinatown brulicante di persone in ogni momento della giornata e in particolare di sera, quando innumerevoli bancarelle colorate la riempiono per tutta la sua lunghezza. Cena nel ristorante rotante in cima alla torre di comunicazione “Menara KL”.
5° giorno: Kuala Lumpur – Putrajaya – Kuala Lumpur
Prima colazione in hotel. Pranzo al lago. In mattinata, tour della città di circa 3 ore. La visita inizia nel caotico centro della città lungo l’Indipendence Square per poi partire verso Chinatown. Si sosterà al King’s Palace e si visiterà Masjid Kamek, la moschea più suggestva di Kuala Lumpur, immersa in un boschetto di palme situato alla confluenza dei fiumi Klang e Sungai, nel punto in cui sbarcarono i fondatori della città. Si raggiungerà Mardeka Square dove, in quello che era stato un campo da cricket, allo scoccare della mezzanotte del 31 agosto del 1957 venne proclamata l’indipendenza della Malesia. Qui si trova il fiabesco Sultan Abdul Samad Building, la cui originale commistione di stili vittoriano, moresco e moghul caratterizza anche altri edifici della Kuala Lumpur di epoca coloniale. Si potrà ammirare anche la moderna Masjid Negara (Moschea Nazionale), riconoscibile per l’aguzzo minareto alto 73 metri e per la cupola principale a forma di stella, le cui 18 punte simboleggiano i 13 stati della Malesia e i 5 pilastri dell’Islam. Infine, la Kuala Lumpur Station, realizzata nel 1911 in stile moresco e moghul. Partenza per Putrajaya, centro amministrativo federale, situato 25 km a sud di Kuala Lumpur. Dopo pranzo si effettuerà un piccolo tour della città. Progettata come città-giardino, Putrajaya ha al centro un lago artificiale di 600 ettari circondato da parchi verdeggianti e da un eclettico insieme di palazzi e di ponti che ne rappresentano la principale attrattiva turistica. Lungo la Dataran Putra, la piazza circolare della città, si affacciano il Perdana Putra, che ospita gli uffici del Primo Ministro e la pregevole Putra Mosque, una moschea in grado di accogliere 15.000 fedeli caratterizzata da una cupola riccamente decorata da motivi bianchi e rosa, ispirati allo stile safavide originario dell’Iran. Procedendo lungo il lago s’incontrano i moderni edifici del Ministero degli Esteri, il Ministero delle Finanze e la Sultan Selangor’s House. Al termine del tour si vedrà la Residenza ufficiale del Primo Ministro, situata sulla sommità di una collina con una bellissima vista su Putrajaya e il lago. Rientro a Kuala Lumpur e pernottamento.
6° giorno: Kuala Lumpur – Kampar
Prima colazione in albergo. Pranzo in resort nella giungla. Partenza verso Kampar per una mattinata dedicata al contatto con la natura, immersi nella foresta per nuotare nel fiume e fare rafting sulle chiare acque del Kamper River. Prima di scendere il fiume sarete preparati dalle esperte guide in un briefing introduttivo. Quest’area naturale, a sole 2 ore dalla capitale, è famosa per le piante di caffè bianco, i numerosi templi, cave e sorgenti. Dopo pranzo, ritorno a Kuala Lumpur con una sosta a Gua Tempurung, una delle grotte di marmo bianco e roccia calcarea più belle della Malesia, una galleria di stalagmiti e stalattiti che toglie il fiato. Ai piedi di una maestosa stalagmite di 2 milioni di anni, che si staglia proprio in centro alla caverna, scorre un piccolo fiume. All’uscita dal groviglio intricato di gallerie, sarete abbagliati dalla luce del sole e avvolti dalla lussureggiante vegetazione tropicale popolata da una moltitudine di simpatiche scimmie e coloratissimi uccelli. Rientro in albergo a Kuala Lumpur e pernottamento.
7° giorno: Kuala Lumpur – Kuala Kandar
Prima colazione in albergo. Pranzo in escursione. Partenza ad est della capitale, con una sosta a Bukit Lancang per acquistare frutta e zucchero di canna e arrivo al Santuario degli Elefanti di Kuala Kandar. Si potrà fare un piccolo giro a dorso di elefante, dar loro da mangiare e addirittura fare il bagno con loro. Rientro a Kuala Lumpur e pernottamento.
8° giorno: Kuala Lumpur – Kuching (Borneo)
Pensione completa. All’ora convenuta, trasferimento organizzato all’aeroporto di Kuala Lumpur per il volo su Kuching. All’arrivo incontro con l’assistente locale e trasferimento in albergo. Una capitale, un regno, un gatto, una testimonianza del periodo coloniale: Kuching ha diversi volti. Principale via d’accesso al Sarawak, sfrutta al meglio la carta delle romantiche suggestioni evocate dall’antica Indochine, eppure riesce anche a essere la città più moderna e all’avanguardia del Borneo. Kuching in malese significa “gatto”, nome che le fu dato da Charles Brooke, uno dei rajah bianchi, che probabilmente percepì l’energia felina della capitale dello stato. Kuching incarna lo spirito di un leone, che siede maestoso in mezzo a una natura selvaggia e protegge l’impetuoso Sungai Sarawak (il fiume) da altri predatori. Nel pomeriggio si visiterà la città iniziando dalla statua del Grande Gatto (mascotte della città), tutto bianco e dagli occhi blu, il farfallino bordeaux e i baffi in metallo. Si prosegue verso Chinatown, con una sosta al Tua Pek Kong Temple, il tempio sulla elaborata struttura rossa in Jln Padungan alla fine del Main Bazaar. Da qui si ha un’ottima visuale sul Forte Margherita e sul lungofiume. Si procede poi verso il moderno Civic Center Building, per ammirare lo splendido panorama dalla sua torre. Il tragitto toccherà poi la Cattedrale di St. Joseph, la Syariah Muslim Court e il mercato lungo Jln Satok, il migliore e più popolare mercato di Kuching. Sosteremo per ammirare la mole verde e bianca della Moschea, sulla sponda occidentale del fiume. Percorrendo il cuore della città incontreremo la vecchia coloniale Corte di giustizia, con la tipica torre dell’orologio e un obelisco di granito eretto in memoria del Rajah Charles Brooke. Sulla sponda opposta del fiume sorge l’Istana (palazzo del rajah) e nelle vicinanze, il nuovo State Assembly Buildng che si staglia imponente come una dorata tenda da circo. Il tour termina al Sarawak Museum, che raggiungeremo con una sosta al Bazaar e al Museo cinese. Istituito nel 1891, il Museo custodisce un’interessante collezione di manufatti culturali che raccontano la storia delle popolazioni native e dell’ambiente naturale della regione. Rientro in albergo e pernottamento.
9° giorno: Kuching – Batang Ai
Prima colazione in albergo. Pranzo in escursione. In mattinata faremo visita al centro di riabilitazione per orangotango Semonggok, dove si potranno incontrare ed ammirare da vicino questi simpatici primati. Il viaggio verso Batang Ai prosegue con alcune soste: la prima nella piccolissima cittadina di Serian, per un ristoro, l’acquisto di qualche regalo e per visitare l’animato mercato dove gli abitanti delle loghouse del circondario si recano a vendere frutti ed erbe della giungla, carne di serpente, vermi della palma e altri prodotti insoliti. La seconda sosta prevede la visita alla piantagione e relativa fabbrica del pepe, dove si potranno osservare varie piante di orchidee e nepenti, piante che si cibano di insetti. Prima di arrivare a Batang Ai, visiteremo Lachau, un piccolo villaggio cinese dove ci si fermerà per il pranzo. Qui si può ancora osservare gli indigeni del Kalimantan barattare le loro merci con i negozianti cinesi e gli indigeni del Sarawak. Dopo pranzo si prosegue fino al lago di Batang Ai, dove un un’imbarcazione vi attenderà al molo per condurvi al lodge. Tempo libero a disposizione, cena e pernottamento.
10° giorno: Batang Ai
Prima colazione in lodge. Pranzo in escursione. Lungo le sponde del fangoso Batang Ai potrete immergervi in un’atmosfera degna delle pagine di Cuore di tenebra. In mattinata ci si imbarcherà su una delle tradizionali canoe, oggi motorizzate, per circa un’ora di navigazione attraverso il lago per raggiungere una delle tipiche Longhouse, “casa lunga” dove convivono svariate famiglie (in alcuni casi addirittura 100). Qui scenderemo per incontrare alcune famiglie Iban, che popolano le sponde del fiume. Si assisterà ad antiche danze di guerra, si potranno acquistare pezzi di artigianato locale esposti dalle donne Iban ed assaggiare il tipico vino di riso. Vi saranno dimostrazioni del tiro con la cerbottana, arma tipica dei cacciatori Iban e una brevissima dimostrazione di combattimanto con i galli. Sarà possibile passeggiare nella giungla e visitare le fattorie e i dintorni del villaggio prima di riprendere la longboat e ritornare al lodge. Cena e pernottamento.
11° giorno: Batang Ai – Kuching
Pensione completa. Partenza per Kuching e sistemazione in albergo. Tempo libero a disposizione e pernottamento.
12° giorno: Kuching – Kuala Lumpur – Redang
Prima colazione in albergo. Trasferimento organizzato all’aeroporto per il volo su Redang via Kuala Lumpur. Trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.
Dal 13° al 16° giorno: Redang
Prima colazione in hotel. Giornate a disposizione per il relax.
17° giorno: Redang – Italia
Prima colazione in hotel. Pranzo libero. Cena a bordo. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia via Singapore.
18° giorno: Italia
Arrivo in Italia e fine dei servizi

Sistemazione alberghiera
Singapore: Marriott 5*
Malacca: Casa del Rio 4* camera vista fiume
Kuala Lumpur: Maya Hotel 5*
Kuching: Hilton 4* Roh room
Batang Hai: Hilton Batang Ai Lodge
Redang: The Taaras Beach & Spa Resort 5* Cliff Sea View Suite

Note sulla destinazione:
clima: meno umido da maggio a settembre, nella stagione secca.
tipologia di viaggio: avventura e relax per le coppie che amano la natura ed il mare.
esperienze uniche: lo snorkelling tra le acque cristalline, il tè delizioso con le foglie del Cameron Highlands e… oziare in spiaggia con un libro di Salgari.