L’INDIA DEL SACRO

Programma del tour:

  • 1° giorno: Delhi
    Arrivo a Delhi, dopo il disbrigo delle formalità d’ingresso e il ritiro bagagli, accoglienza e trasferimento in hotel. Visita dei principali luoghi di interesse della città vecchia e nuova: il Raj Ghat, memoriale in onore del Mahatma Gandhi nel luogo dove venne cremato, l’imponente moschea Jama Masjid, la più vasta del paese, simbolo opulento dell’impero moghul, la tomba di Humayun, la prima tomba-giardino del subcontinente indiano, il Qutb Minar, splendida torre persiana dalle proporzioni perfette e dalla notevole altezza di 72 metri. Una giro in macchina nei pressi del Forte Rosso, Rajpath, la sede del Parlamento e la residenza presidenziale. Rientro in hotel.
  • 2° giorno: Delhi – Chandigarh (treno)
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza in treno per Chandigarh (partenza 07:40 circa con arrivo alle 11.05, Kalka Shatabdi Express), capoluogo degli stati del Punjab e dell’Haryana, nota per essere stata progettata dal celebre architetto Le Corbusier su richiesta del Presidente Nehru. Edificata in cemento e caratterizzata da ampi viali alberati, belle case, splendidi parchi e quartieri ben disegnati, Chandigarh rompe lo schema caotico delle altre città indiane e si erge a sorprendente simbolo di perfetta pianificazione urbanistica. Sistemazione in hotel all’arrivo e più tardi visita dei principali luoghi di interesse della città, inclusi l’affascinante Rock Garden, il quieto Rose Garden e il lago Sukhana, seguiti da una passeggiata in macchina nei pressi della Biblioteca di Stato, del Tribunale, della Segreteria e di altri importanti monumenti. Cena in hotel.
  • 3° giorno: Chandigarh – Paragpur (137km, 3 ore circa)
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Trasferimento a Paragpur, borgo medioevale ricco di testimonianze del passato: innumerevoli  piccoli monumenti, bellissimo il paesaggio, idilliaca l’atmosfera, ideale per distensive passeggiate. Lungo il percorso visita del sacro tempio di religione sikh della cittadina di Anandapur Sahab situata a circa 95 km da Chandigarh, uno dei maggiori santuari in India frequentato da migliaia di devoti: qui Shiri Guru Gobind Singh trascorse  25 anni della sua vita insegnando la sua disciplina. Al termine visita del museo adiacente (chiuso il lunedi), fondato per celebrare i fasti del Punjab e i fondamenti del sikkhismo. Sistemazione e cena in hotel.
  • 4° giorno: Paragpur
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Dopo la prima colazione, escursione di mezza giornata al tempio di Chintpurni, importante centro di pellegrinaggio situato a 19 km da Paragpur. Rientro e nel pomeriggio visita del villaggio, il primo sito ”heritage” in India. Cena in hotel.
  • 5° giorno: Paragpur – Dharamshala (60km, 2 ore circa) 
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Trasferimento a Dharamshala, nella valle di Kangra, fin dai tempi degli Inglesi una delle migliori stazioni di villeggiatura per via del clima fresco, degli ombrosi boschi di conifere e querce e della vista spettacolare, e oggi nota per la presenza del Dalai Lama e del governo tibetano qui in esilio dal 1959. Lungo il percorso, visita del suggestivo Masroor Rock Cut Temple, tempio rupestre monolitico riccamente scolpito risalente all’VIII secolo. Sistemazione in hotel all’arrivo a Dharamshala e, più tardi, visita della casa del Dalai Lama e del centro di medicina tibetana prima della cena.
  • 6° giorno: Dharamshala
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Visita del centro di cultura buddhista, di McLeod Ganj, il cuore amministrativo del governo tibetano, e di tutti i maggiori punti di interesse della località e dei dintorni, tra i quali la splendida vallata punteggiata di frutteti e verdi terrazze: famosa per la magnificenza dei templi e per lo sviluppo delle arti, sede di una scuola pittorica nota per le pregevoli miniature. Rientro in hotel e cena.
  • 7° giorno: Dharamshala – Amritsar
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Spostamento ad Amritsar, la città sacra dei Sikh la cui denominazione ha il poetico significato di “piscina del nettare dell’immortalità” che si riferisce al venerato lago al centro del quale è stato eretto il Golden Temple. Sistemazione in hotel e più tardi, prima della cena, partecipazione alla cerimonia serale del tempio, quando viene riposto l’Adhi Granth, il libro sacro. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
  • 8° giorno: Amritsar
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    In mattinata visita del suggestivo Sri Harmandir Sahib o Tempio d’Oro: qui la spiritualità e l’energia sono quasi tangibili, ampliate dalla quiete e rafforzate dalla proverbiale cordialità e dal profondo senso di ospitalità dei Sikh. Arcate, minareti, santuari, cupole, specchi d’acqua, decorazioni, testi sacri, marmi, oro e pietre preziose per un luogo di pura bellezza e di particolare atmosfera. Proseguimento delle visite con il parco Jallianwala Bagh, a pochi minuti di cammino dal tempio, che commemora un episodio cruciale della lotta indiana per l’indipendenza e lo spaventoso massacro dovuto alle truppe inglesi.
  • 9° giorno: Amritsar – Delhi (treno)
    Prima colazione in hotel.
    Rientro a Delhi in treno (partenza 04:55 circa con arrivo alle 111:00, Amritsar Shatabdi Express). All’arrivo trasferimento all’aeroporto, in tempo utile per il volo di rientro.

Sistemazione alberghiera o similare:
Delhi, Royal Plaza
Chandigarh, Lemon Tree / Sunday
Paragpur, Judge’s Court
Dharamshala, Grace Hotel
Amritsar, Ranjit Vilas