Gran tour della Turchia

La Turchia in viaggio in tutto il suo splendore

E poi vennero gli Ottomani e dal cuore dell’Anatolia si sollevò di nuovo una grande stirpe: dopo i millenni dall’ascesa degli Ittiti, passando per il grandi regni di Lidia e del Ponto, le fiorenti colonie greche, il regno di Pergamo e la potenza dei Galati, furono i Turchi Ottomani a riprendere le redini dell’Asia Minore e a renderla vera Turchia nella lotta contro i Bizantini e gli Arabi delle sabbie. 

PROGRAMMA del gran tour della Turchia:

  • 1° giorno: Istanbul
    Arrivo ad Istanbul ed accoglienza in aeroporto. Trasferimento all’albergo e sistemazione, pernottamento.
  • 2° Giorno: Istanbul
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Visita del Corno d’Oro, partendo dalla Moschea di Solimano ed il complesso, considerata la più bella delle moschee imperiali di Istanbul, fu costruita tra il 1550 e il 1557 da Sinan, il famoso architetto dell’età dell’oro ottomana. Proseguimento per la visita del quartiere ex greco di Fener, vicino al vecchio quartiere ebraico di Balat; situato sulla sponda meridionale del Corno D’oro. Passeggiata nel quartiere e possibilità di vedere il Patriarcato Greco di Fener, la Chiesa di San Giorgio e la Chiesa Ortodossa Bulgara “Chiesa di Ghisa’’. Proseguimento verso quartiere di Eminönü, principale accesso alla città in epoca bizantina e ottomana, oggi una zona molto frequentata dove si trova il “Mercato egiziano” o “Bazar delle spezie”. La visita termina qui. Pomeriggio libero per esplorare la città o per partecipare all’escursione facoltativa a pagamento in loco Crociera sul Bosforo Bosforo per ammirare sia il versante asiatico che europeo della città ed i suoi più importanti palazzi, moschee e fortezze. Pernottamento.
  • 3° giorno: Istanbul
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Partenza per la visita della Basilica di Santa Sofia, “Divina Sapienza”, indiscutibilmente uno degli edifici più favolosi di tutti i tempi. Costruita da Costantino il Grande e ricostruita da Giustiniano nel VI secolo, la sua immensa cupola si erge a 55 metri dal suolo, con un diametro di 31 metri. Durante l’Impero Ottomano fu trasformata in moschea e alla fine furono aggiunti i minareti. Proseguimento con la visita all’antico Ippodromo bizantino, il centro dell’attività civile dell’impero, dove si tenevano non solo corse di cavalli e combattimenti tra gladiatori, ma anche celebrazioni in onore dell’imperatore. Oggi conserva l’Obelisco di Teodosio, la Colonna Serpentina e la Fontana dell’Imperatore Guglielmo. La Moschea Blu fu costruita nel 1609 dal Sultano Ahmet, che voleva superare la Basilica di Santa Sofia con la sua moschea e la costruì con sei minareti. Nel pomeriggio visita del Palazzo Imperiale di Topkapi (la sezione Harem non è inclusa), dimora dei Sultani per quasi quattro secoli, la cui architettura con le magnifiche decorazioni rendono testimonianza della potenza e maestosità dell’Impero Ottomano e infine la ’’Basilica Cisterna di Yerebatan’’ e Gran Bazar. La giornata termina qui. Pernottamento.
  • 4° giorno: Istanbul – Ankara – Cappadocia (718 km)
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Partenza per la capitale della Turchia: Ankara. Passaggio dal Ponte Euroasia e proseguimento via autostrada. Arrivo ad Ankara e visita del Museo delle Civiltà Anatoliche, detto anche Museo Ittita, dove i reperti sono esposti in ordine cronologico e il visitatore può seguire l’evoluzione delle civiltà succedutesi in Anatolia a partire dalla preistoria fino al periodo romano. Pranzo in ristorante. Proseguimento per il Lago Salato durante il trasferimento verso la Cappadocia, arrivo in serata e sistemazione alle camere. Cena e pernottamento in albergo.
    Facoltativo con pagamento in loco, in serata partecipazione allo spettacolo della danza dei dervisci.
  • 5° giorno: Cappadocia
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Possibilità di partecipare alla gita in mongolfiera per ammirare dall’alto il paesaggio lunare e mozzafiato della Cappadocia illuminata dalle prime luci dell’alba (facoltativa, pagamento in loco e in base alla disponibilità dei posti. Tale gita può essere annullata a causa di avverse condizioni meteorologiche).
    Visita della regione della Cappadocia, unica al mondo che unisce particolarità della natura a luoghi di grande interesse culturale. Il tour inizia con una passeggiata attraverso l’affascinante Valle del Devrent, conosciuta come la valle dei “camini delle fate”, dove la pietra erosa dal vento e dall’azione dell’acqua sul terreno vulcanico ha dato origine a uno spettacolare paesaggio formato da picchi, coni e obelischi. Visita poi la città sotterranea di Ozkonak, costruita dalle comunità cristiane per proteggersi dagli attacchi arabi. Le visite continuano con il museo all’aperto di Goreme, che conserva un’impressionante numero di chiese scavate nella roccia, cappelle e monasteri con affreschi dell’XI secolo, dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Nel pomeriggio visita panoramica del villaggio di Uchisar e dei spettacolari siti vulcanici di Avcilar e Guvercinlik e si potrà ammirare una splendida vista panoramica del castello di Uchisar, situato in cima a un promontorio di roccia vulcanica perforato da tunnel e finestre. Sosta presso un laboratorio artigianale di decorazioni e gioielli. Rientro in hotel.
    Dopo cena, possibilità di partecipare alla serata folkloristica (facoltativa, a pagamento) con danzatrice del ventre.
  • 6° giorno: Cappadocia – Pamukkale 
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Nella primissima mattinata partenza per Pamukkale. Lungo il percorso sosta per la visita del Caravanserraglio di Sultanhani, situata sulla leggendaria via della Seta, fungeva da luogo di sosta per il commercio, i pellegrinaggi e le carovane militari. Pranzo in autogrill (l’unica soluzione possibile in questo tragitto). Proseguimento per Pamukkale, o “castello di cotone”, una cittadina famosa per le sue piscine di travertino bianco pietrificato formate dalla calce contenuta nell’acqua delle sorgenti termali che si sprigionano nella zona. Cena e pernottamento in hotel.
  • 7° giorno: Pamukkale – Efeso – Izmir
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    In mattinata, visita di Hierapolis, antica città termale fondata intorno al 190 a.C. dal re di Pergamo e molto prospera durante il periodo romano, costruita sulla sommità delle piscine con un bellissimo teatro e le rovine. Poi partenza per Efeso, la città classica meglio conservata della Turchia, costruita nel 1000 a.C., dove si potranno ammirare: la Biblioteca di Celso, il tempio di Adriano ed il suo grande teatro. Alla fine del tour ci fermeremo in uno dei luoghi dove si tengono le sfilate e si vendono abiti in pelle. Cena e pernottamento in hotel.
  • 8° giorno: Izmir – Pergamo – Troya – Canakkale
    Prima colazione e cena in hotel. Pranzo in ristorante locale.
    Partenza per Pergamo, importante città greco-romana che ci ha lasciato una grande eredità culturale: qui è stata inventata la pergamena! Arrivo e visita dell’Asclepion, il famoso ospedale del mondo antico, dedicato al dio della salute, Esculapio. Qui visse il famoso medico Galeno. Le gallerie del sonno, il piccolo teatro per i pazienti, le piscine, la lunga strada antica e il cortile con le colonne ioniche sono i monumenti giunti fino a noi da quei tempi splendidi. Proseguimento per Troia, il cui solo nome evoca una serie di personaggi e luoghi ricchi di avventure, eroi e distruzione della città mistica. Fu Schliemann nel 1872 che, utilizzando come guida il più antico racconto della guerra di Troia, l’Iliade di Omero, dimostrò che la mitica città faceva parte di un patrimonio universale. Visitate le sue rovine e il famoso “Cavallo”, una fedele riproduzione. Visita al Museo di Troia, che espone reperti storici scoperti durante gli scavi archeologici nella regione di Troia. Partenza per Canakkale, situata sulle rive dello stretto dei Dardanelli. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
  • 9° giorno: Canakkale – Istanbul (354 km)
    Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi.
    Partenza per Istanbul e proseguimento delle visite fino a Ortaköy, “il quartiere bohémien di Istanbul”, situato sulle rive del Bosforo. È un dedalo di vicoli, negozi di antiquariato e artigianato, bar e ristoranti. Tempo libero. Successivamente, saliremo nell’antica zona di Pera, oggi conosciuta come Galatasaray, che nell’epoca bizantina era abitata dai mercanti genovesi e veneziani. Da qui cammineremo lungo la via pedonale di Istiklal (via dell’Indipendenza) piena di bar, ristoranti, negozi di musica, librerie, caffè e teatri. Nel pomeriggio visita al famoso passaggio dei fiori “Çiçek Pasaji” e alla Chiesa di Sant’Antonio di Padova, che è la chiesa più grande e importante di Istanbul. È stata costruita dai cittadini di origine italiana su progetto dell’architetto Giulio Mongari. Successivamente si arriva nel quartiere di Galata e ci sarà del tempo libero per scattare foto alla Torre di Galata (l’ascensione alla torre non è inclusa). Qui termina l’escursione. Cena libera. Pernottamento.
  • 10° giorno: Istanbul / Italia
    Prima colazione in albergo.
    In tempo utile, trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro in Italia.

Sistemazioni alberghiere o similari:
Istanbul, Grand Yavuz
Cappadocia, Perissia 
Pamukkale, Adempira
Izmir, Kaya Thermal 
Canakkale, Kolin Hotel
Istanbul, Delta Hotels by Marriott