ADVENTURE TOUR DEL BOTWASANA

IL CAMPEGGIO GLAMOUR IN BOTSWANA, TRA COMFORT E CONTATTO CON LA NATURA

Programma del tour:

  • 1° giorno, giovedì 15 agosto: Kasane – Chobe National Park
    Cena al campo tendato.
    All’arrivo all’aeroporto internazionale di Kasane, dopo il disbrigo delle formalità d’ingresso e il ritiro bagagli, incontro con la guida e partenza per il Chobe National Park.
    Importante arrivare a Kasane entro le 14:00.
    Al pomeriggio si partecipa ad una mini crociera sul fiume Chobe. Sistemazione e incontro al fuoco o nell’area principale del campo. Cena e pernottamento.
  • 2° giorno, venerdì 16 agosto: Chobe National Park
    Pensione completa al campo tendato.
    Partenza per il game drive mattutino con rientro alle 10:30.
    Il Chobe National Park è una destinazione da non perdere per la fauna selvatica che include il Canale Savute e la bellezza naturale del fiume Linyanti. Chobe copre quasi 11.000 km2, è stato il primo parco nazionale del paese e vanta la più grande concentrazione di fauna selvatica in Africa, tra cui gli elefanti, circa 120.000 vivono dentro e intorno al Chobe National Park, e un numero inconcepibile di questi gentili giganti può essere visto affollarsi sulle rive del fiume durante la stagione secca. Chobe è anche uno dei posti migliori in Africa per assistere all’azione dei predatori: la regione di Savute è dove i leoni si scontrano regolarmente con le iene e i potenti branchi sono famosi per abbattere bufali, giraffe e persino elefanti.
  • 3° giorno, sabato 17 agosto: Chobe National Park – Riserva di Savuti
    Pensione completa al campo tendato.
    Partenza per l’ultimo foto-safari nel Chobe e proseguimento per Savuti Game Reserve.
    L’arte rupestre dei boscimani nelle piccole colline che circondano Savuti fu scoperta per la prima volta nel marzo 1968 da Tim Liversedge, un guardiano del Parco Nazionale di Chobe. Si pensa che l’ultimo dei dipinti sia stato realizzato intorno al 1810. Sebbene i dipinti siano tutti di uno stile simile e delineati in ocra rossa sembrano essere stati realizzati da diversi gruppi di persone.
    Nel corso degli anni, piccoli gruppi di boscimani di San si sarebbero mossi dentro e fuori dalla zona in seguito alla migrazione, aggiungendo il loro contributo alle pareti di roccia.
    Alcuni degli animali raffigurati nei dipinti sono eland, giraffe, elefanti, gemsbok e iene, con quelli più recenti sovrapposti nelle aree di dissolvenza più vecchie.
    Oggi ai visitatori è permesso di arrampicarsi un po’ su per le colline rocciose per vedere le opere d’arte, che si trovano sulle scogliere a sud-est che si affacciano sul canale Savuti.
    Gli ospiti possono anche ammirare i baobab storici della zona e cercare la rara antilope klipspringer (saltarupe).
    Sistemazione nel campo tendato, cena e pernottamento.
  • 4° giorno, domenica 18 agosto: Riserva di Savuti
    Pensione completa al campo tendato.
    Altra giornata di foto-safari nella Riserva di Savuti, una delle più estese e famose di tutta l’Africa, dalle rive del fiume Chobe alla depressione di Matabe, la quale tocca i -18 m rispetto al livello del mare. Di grande interesse è la geologia di questa zona, condizionata dalla presenza di un antico mare interno che ricopriva tutta l’area della riserva. L’area di Savuti è caratterizzata dall’arte rupestre dei boscimani nelle piccole colline che la circondano, oltre che dalla presenza di 450 specie di uccelli durante la stagione delle piogge, e da quella di rinoceronti, facoceri, kudu, impala, zebre, gnu ed elefanti durante la stagione secca.
  • 5° giorno, lunedì 19 agosto: Riserva di Savuti – Riserva di Moremi
    Pensione completa al campo tendato.
    Partenza per la riserva di Moremi, arrivo nel pomeriggio, nel tardo pomeriggio foto-safari.
    Moremi è la più antica sezione protetta del Delta dell’Okavango. A 100 anni di distanza da quando l’esploratore David Livingstone definiva questa terra “paese pieno di fiumi”, l’ambiente e la fauna selvatica nell’area di Moremi erano minacciati. Per volere del popolo locale del Batawana questa zona fu proclamata Riserva nel 1963, rendendo Moremi la più antica e prima riserva protetta del Delta dell’Okavango.
    In segno di gratitudine, la riserva prende il nome dai membri della tribù Batawana, il capo Moremi III e sua moglie. Questa riserva combina boschi di mopane e foreste di acacia, pianure alluvionali e lagune. È la grande diversità della vita vegetale e animale che rende così famoso Moremi. Una vasta gamma di habitat, da boschi, pianure alluvionali, canneti, zone umide permanenti attraverso la foresta di mopane alla savana secca.
  • 6° giorno, martedì 20 agosto: Riserva di Moremi
    Pensione completa al campo tendato.
    Partenza per safari mattutino e rientro al campo verso le 10:30. Nel pomeriggio escursione in mokoro, tipica inbarcazione di legno.
    Tutti i Big Five sono facilmente individuabili, anche il più difficile da trovare, il leopardo, è abbastanza rilassato qui. Gli avvistamenti di cani selvatici sono tra i migliori in Africa.
  • 7° giorno, mercoledì 21 agosto: Riserva di Moremi – Maun
    Prima colazione al campo tendato.
    Ultimo foto-safari all’alba e colazione. Partenza per Maun, l’arrivo è previsto per le 12:00

Sistemazione in campi tendati mobili, in tende stile Meru con servizi privati