1° giorno, domenica 23 agosto: Italia – Reykjavik
Atterraggio all’aeroporto di Keflavík e trasferimento all’hotel di Reykjavík con shuttle bus pubblico. Incontro con la guida nella hall dell’hotel e, a seconda dell’orario di arrivo, visita di alcuni dei luoghi più rappresentativi. Tra questi, l’incantevole laghetto Tjörnin e l’Harpa, iconico edificio in vetro sul mare. Non può mancare poi una visita all’imponente Hallgrímskirkja. Reykjavík è anche una città perfetta per passeggiare tra le vie del centro ed infilarsi in uno dei café storici per riscaldarsi con un kaffi o un kókó. Pernottamento.

2° giorno, lunedì 24 agosto: Golden Circle e Costa Sud – Skógar
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Prime tappe della giornata sono quelle del Golden Circle: si inizia con il Parco Nazionale di Þingvellir, luogo del primo parlamento, dove si può ammirare una delle fratture tettoniche più impressionanti; si continua con l’area geotermale di Geysir, che ha dato il nome a questo fenomeno naturale, e Gullfoss, la regina delle cascate d’Islanda con il suo doppio salto. Scendendo verso sud si possono ammirare altre cascate: la prima è la romantica Seljalandsfoss, attorno al cui getto è possibile camminare; la successiva è la perfetta Skógafoss, situata nel minuscolo villaggio di Skógar, tappa conclusiva della giornata. Pernottamento.

3° giorno, martedì 25 agosto: Il mondo di ghiaccio di Skaftafell e Jökulsárlón
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
In mattinata, prima di raggiungere Vík, si effettuano un paio di deviazioni: la prima al promontorio di Dyrhólaey, che regala magnifici panorami oceanici tutto l’anno e dove fino a metà agosto si possono vedere tante buffe pulcinelle di mare; la seconda alla cupa spiaggia di Reynisfjara. Si raggiunge poi presto la regione del maestoso Vatnajökull, il ghiacciaio più grande d’Europa e terza calotta glaciale più grande del mondo. La prima sosta sarà al Parco Nazionale di Skaftafell: se il clima lo permetterà, si effettuerà un semplice percorso escursionistico circolare che conduce all’elegante Svartifoss (5,5km con lieve dislivello). La sosta successiva sarà allo Svínafellsjökull, la lingua di ghiaccio più spettacolare, a breve distanza da Skaftafell. Ancora ghiaccio, ma in forma diversa, si incontra alla Jökulsárlón, la laguna dove fluttuano centinaia di iceberg di infinite forme che brillano sotto il sole o si nascondono nella nebbia, e alla spiaggia dei diamanti dove gli iceberg incontrano il mare e scintillano sulla spiaggia nera. Pernottamento a Höfn.

4° giorno, mercoledì 26 agosto: I sorprendenti fiordi occidentali
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Raggiunta Djúpivogur in mattinata, si visita un particolare museo all’aperto gestito da un simpatico quanto imprevedibile pulitore di ossa di balene di fama mondiale. Attraverso lo spettacolare passo di Öxi si raggiunge Egilsstaðir, nei cui pressi si trova il lago Lagarfljót, dove vivrebbe una sorta di mostro di Loch Ness islandese (che molti giurano di aver visto). A seconda delle condizioni meteorologiche dell’area, si percorrerà il perimetro del lago, toccando anche la sponda occidentale da cui partire per una breve, ma impegnativa, escursione a piedi per raggiungere la sottovalutata cascata di Hengifoss (2,2km con 150mt di ascesa). In alternativa, si raggiungerà Borgarfjördur Eystri, villaggio incastonato in un fiordo incantevole, dove fino a metà agosto è possibile avvistare le buffe pulcinelle di mare e dove si può visitare la roccia-residenza della regina degli elfi. In serata si raggiunge Seyðisfjördur, cittadina spettacolarmente situata nell’omonimo fiordo dove si trova una singolare chiesetta azzurra in legno. Pernottamento a Seyðisfjördur.

5° giorno, giovedì 27 agosto: La potenza dell’acqua a Dettifoss e Ásbyrgi
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Dirigendosi verso ovest, il paesaggio verdeggiante si trasforma in terra desolata, tanto da pensare di trovarsi sulla Luna. Seguendo la Ring Road si raggiunge la strada che costeggia la sponda orientale del meraviglioso canyon dello Jökulsárgljúfur. Qui, attraversando un paesaggio sempre più lunare, si visita la maestosa cascata di Dettifoss, una vera forza della natura, e la bella Hafragilsfoss, inserita nel tratto più spettacolare dello Jökulsárgljúfur. Infine, in prossimità della fine dello Jökulsárgljúfur, si incontra il grandioso canyon di Ásbyrgi che si dice sia stato formato dal cavallo di Odino e che ora sia la capitale del misterioso popolo nascosto. Sulla via verso Húsavík è possibile prendere un caffè in riva al mare presso il bar di una bellissima guesthouse situata in un pacifico porticciolo naturale della penisola di Tjörnes. Pernottamento a Húsavík.

6° giorno, venerdì 28 agosto: Le balene di Húsavík
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Giornata interamente dedicata all’idilliaca cittadina costiera di Húsavík, adagiata sulla sponda orientale della baia di Skjálfandi e famosa nel mondo per il whale watching. Prima del tour che, si spera, farà incontrare i giganti del mare, si visita il Museo delle Balene, museo unico nel suo genere in tutta Europa. A seguire, si effettua un walking tour alla scoperta degli angoli più nascosti della cittadina e delle storie locali. Per completare la giornata ottime opzioni sono il singolare Museo dell’Esplorazione o, in alternativa, un’escursione a cavallo. In serata ci si potrà rilassare nelle acque della magnifica GeoSea, piscina termale situata in cima alla scogliera a picco sull’oceano. Pernottamento a Húsavík.

7° giorno, sabato 29 agosto: I dintorni del Mývatn (= Marte) – Húsavík
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
La giornata è interamente dedicata ai dintorni del lago Mývatn, uno degli ambienti più vari d’Islanda. Si inizia dall’area vulcanica di Krafla per poi spostarsi al marziano campo geotermale di Hverir, virtualmente la porzione terrestre più simile al pianeta rosso. Tra gli altri, luoghi particolarmente degni di nota sono il campo lavico di Dimmuborgir e gli pseudo-crateri di Skútustaðagígar (formazioni geologiche presenti solo qui e su Marte). A conclusione della giornata, bagno nella eterea Jarðböðin, sorella meno commerciale della Blue Lagoon. Ritorno a Húsavík, cena libera e pernottamento.

8° giorno, domenica 30 agosto: ritorno a sud – Reykjavík
Prima colazione in hotel. Pranzo e cena liberi
Dopo un paio di giornate tranquille, ci si rimetter in marcia. Prima tappa a Goðafoss, scenografica cascata di forma semicircolare, per poi arrivare ad Akureyri, capitale del nord dove si trova un interessante giardino botanico. Ancora verso ovest si attraverserà lo scenico passo di Öxnadalsheiði fino a Varmahlíð, nei cui dintorni si può visitare Glaumbær, la più iconica fattoria dal tetto in torba, e Víðimýrarkirkja, una graziosa chiesetta nera, anch’essa con il tetto in torba. Successivamente, in prossimità di Bifröst, si può scalare l’impressionante cratere vulcanico di Grábrók prima di raggiungere la destinazione finale della giornata, Reykjavík, dopo aver attraversato il tunnel sottomarino del Hvalfjörður.

9° giorno, lunedì 31 agosto: Reykjavík – Italia
Tempo libero a disposizione. Trasferimento con shuttle bus pubblico all’aeroporto di Keflavík in tempo utile per il volo di rientro in Italia.
In alternativa, se il tempo lo consente, si può andare con lo shuttle bus pubblico alla famosissima Blue Lagoon per rilassarsi alle terme prima di partire (facoltativo, ingresso da pagare in loco) e quindi da lì prendere ancora una volta lo shuttle bus con direzione aeroporto.

 

Sistemazioni selezionate in tour (o similari)
Reykjavík, Fosshotel Raudara 3*
Skógar, Hotel Skogafoss 3*
Höfn, Hrafnavellir Guesthouse
Seyðisfjördur, Post Hotel Guesthouse
Húsavík, Cape Hotel 3*

Operativo voli di linea Lufthansa da Milano Linate

Volo Tratta Orario Partenza Orario Arrivo
LH 277 Milano Linate – Francoforte 19:20 20:35
LH 868 Francoforte – Reykjavík 21:50 23:30
LH 869 Reykjavík – Francoforte 00:25 05:50
LH 270 Francoforte – Milano Linate 08:30 09:40

Operativo voli di linea Lufthansa da Roma Fiumicino

Volo Tratta Orario Partenza Orario Arrivo
LH 237 Roma Fiumicino – Francoforte 18:15 20:10
LH 868 Francoforte – Reykjavík 21:50 23:30
LH 869 Reykjavík – Francoforte 00:25 05:50
LH 230 Francoforte – Roma Fiumicino 07:30 09:20

Operativo voli di linea Lufthansa da Venezia Marco Polo

Volo Tratta Orario Partenza Orario Arrivo
LH 331 Venezia Marco Polo – Francoforte 19:15 20:40
LH 868 Francoforte – Reykjavík 21:50 23:30
LH 869 Reykjavík – Francoforte 00:25 05:50
LH 324 Francoforte – Venezia Marco Polo 08:35 09:50

Post it

  • L’Islanda è un membro associato dell’accordo di Schengen, che esenta i viaggiatori dai controlli personali di frontiera tra i Paesi dell’Unione europea.
  • Grazie alla corrente del Golfo, l’Islanda gode di un clima marittimo temperato; fresco d’estate e abbastanza mite in inverno. Il tempo tuttavia è molto variabile e i viaggiatori devono essere preparati agli imprevisti e portare con sé lana leggera, un maglione o un cardigan, un cappotto (impermeabile) e scarpe da escursione.
  • In alcune date e solo per poche notti è previsto il pernottamento in strutture con camere sprovviste di bagno privato: si tratta di sistemazioni in cottage con bagno condiviso tra 3/4 partecipanti.

La quota comprende

  • Voli di linea Lufthansa da/su Milano, Venezia e Roma in classe economica
  • Trasferimenti da/per l’aeroporto e in tour con mezzi privati dotati di aria condizionata
  • Accompagnatore dall’Italia con minimo 15 partecipanti
  • Sistemazione nelle strutture indicate con trattamento di pernottamento e prima colazione
  • Visite e ingressi indicati con guida in lingua italiana per tutta la durata del tour
  • Assicurazione medico/bagaglio Intermundial Multiassistenza Plus Basic (leggere attentamente massimali, termini e condizioni)
  • Kit da viaggio