Itinerario: 1 notte Hanoi, 1 notte Halong, 1 notte Hue, 2 notti Hoi An, 1 notte Ho Chi Minh, 1 notte Chau Doc, 1 notte Phnom Penh, 1 notte Battambang, 3 notti Siem Reap.

28 febbraio 2018, mercoledì: Venezia / Dubai
Partenza da Venezia con volo di linea per Hanoi, via Dubai. Arrivo e proseguimento in coincidenza. Pasti e pernottamento a bordo.

1° marzo, giovedì: Dubai / Hanoi
Cena in albergo.
Arrivo e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida in lingua italiana e trasferimento in albergo. Hanoi, capitale politica del Vietnam, significa in vietnamita “al di qua del fiume”, adagiata lungo la sponda del Fiume Rosso ed abitata da circa un milione di abitanti. Capitale imperiale fin dal 1010 e durante la dinastia Leh dal 1428 al 1788, riprese il suo ruolo nell’Indocina francese durante il periodo coloniale dal 1902 al 1953, per diventare la capitale politica del Paese dopo la riunificazione nel 1976. Nel pomeriggio visita della Pagoda ad un solo Pilastro, costruita nel 1049 a rappresentazione della purezza del fior di loto, al Mausoleo di Ho Chi Minh (la spianata esterna), il Tempio della Letteratura (antica università costruita nel 1070 in onore di Confucio) ed il tempio Quan Than, il lago della Spada restituita, circondato da alberi secolari. Rientro in albergo, cena e pernottamento in hotel.

2 marzo, venerdì: Hanoi – Halong
Prima colazione in hotel, pranzo tipico e cena a bordo della junka.
In mattinata partenza per Halong Bay, definita l’ottava meraviglia del mondo, con pranzo a bordo a base di frutti di mare. La baia, costellata da rocce carsiche, ha subito nei millenni l’opera di erosione del vento e dell’acqua, creando un ambiente fantasmagorico di isole, isolette e faraglioni, alcuni dei quali alti centinaia di metri. Alcune isole hanno formato anche un laghetto interno, accessibile attraverso un passaggio che sparisce del tutto durante l’alta marea, mentre altre presentano grotte e formazioni dalle forme più strane. Durante le mezze stagioni, la foschia del mattino crea effetti ancor più suggestivi, facendo apparire e scomparire isole e rocce in lontananza. Secondo una leggenda, le centinaia di isolotti sarebbero i resti della coda di un drago inabissatosi nelle acque della baia. Visita ad una grotta. Cena e pernottamento a bordo.

3 marzo, sabato: Halong – Hanoi / Hue
Prima colazione a bordo della junka, pranzo in ristorante, cena in albergo.
Al mattino, continuazione della crociera nella baia. Nella tarda mattinata rientro al porto e partenza per l’aeroporto di Hanoi, con qualche sosta lungo il percorso. Pranzo in ristorante locale. Dopo pranzo, operazioni di imbarco e partenza con volo per Hue. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

4 marzo, domenica: Hue – Hoi An
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante con cooking class.
La città di Hue sorge lungo le rive del Fiume dei Profumi e fu fondata nel 1687 prendendo il nome di Phu Xuan e divenendo capitale della parte meridionale del Vietnam nel 1744. Fu ancora capitale del Vietnam dal 1802 al 1945 sotto il regno dei 13 imperatori della dinastia Nguyen. Nel 1802 l’imperatore Nguyen An, ne fece la capitale dell’intero Paese, ribattezzandola Hue. La Città Vecchia, con la Cittadella e la residenza imperiale sorgono sulla sponda sinistra del fiume, mentre la Città Nuova (un tempo destinata alle residenze degli europei) e le tombe imperiali sono sulla sponda destra. Visita alla tomba imperiale di Ming Mang, proseguimento per la pagoda Thien Mu che guarda sul fiume dei Profumi e visita della cittadella imperiale, oggi risistemata con l’aiuto dell’Unesco. Pranzo in ristorante con corso di cooking class. Al termine trasferimento ad Hoi An. Arrivo e trasferimento in hotel. Sistemazione e pernottamento in hotel.

5 marzo, lunedì: Hoi An
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante locale.
Mattinata dedicata alla visita diel sacro sito di My Son dove si possono ammirare i resti di templi del regno dei Cham. Al termine proseguimento per Danang e visita del Museo Cham dove sono custodite alcune statue eleganti e pregiate. Pranzo in corso di escursione. Pomeriggio dedicato alla visita della singola cittadina di Hoi An ricca di edifici dall’influenza architettonica cinese. Conosciuta dagli antichi come Faifo, Hoi An era un vivace porto commerciale sin dal II secolo d.C., sotto il regno Champa. Decaduta nel XIV secolo, riprese la sua funzione di emporio internazionale verso la metà del secolo XV. Fu solo nel XIX secolo, con l’interramento del fiume Cai, che la città perse importanza a favore di Danang, che sorge 30 km più a nord. Visita della vecchia cittadina con il ponte giapponese del 1592, il tempio dedicato alla dea Fukie e le vecchie case comunali. Rientro in albergo.

6 marzo, martedì: Hoi An / Ho Chi Minh
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante locale.
In mattinata trasferimento in tempo utile all’aeroporto e volo per Saigon. All’arrivo incontro con la guida locale e inizio della visita della città. Una metropoli moderna ma anche ricca di testimonianze del passato: la cattedrale di Notre Dame risalente al 1877; l’Ufficio postale; il mercato Binh Tay, il quartiere Cho Lon e la pagoda Thien hau. Al termine sistemazione in hotel. Pernottamento.

7 marzo, mercoledì: Ho Chi Minh – Delta del Mekong – Chau Doc
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in abitazione tipica kmer.
Al mattino partenza per l’escursione sul delta del Mekong. Imbarco della mini-crociera a My Tho, si potrà osservare la vita quotidiana delle popolazioni locali che vivono lungo il grande fiume: fattorie galleggianti per allevamento di pesce e i mercati galleggianti, navigando in piccoli canali delimitati da alberi di papaia e cocco. Lasciata la barca si visita la gente del posto per vedere il modo in cui fanno i loro “elettrodomestici” per la casa con tronchi di noce di cocco e per le coperture dei tetti. Assaggio di frutta di stagione con performance di musica tradizionale. Il viaggio prosegue con il giro in calesse su strade tranquille e non trafficate fino ad un frutteto dove verrà offerta una tazza di tè e miele naturale. Si proverà l’esperienza di un piccolo sampan (imbarcazione di legno) per il trasferimento in una abitazione locale per il pranzo. Al termine della crociera proseguimento per Chau Doc. Sistemazione in hotel.

8 marzo, giovedì: Chau Doc – Phnom Penh
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante.
Al mattino trasferimento organizzato per l’imbarcadero per la partenza via fiume verso Phnom Penh, la capitale della Cambogia. Arrivo a Phnom Penh dopo circa 5 ore di navigazione. Sistemazione in hotel nelle stanze riservate. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, visita della città con la famosa Pagoda d’Argento nel Palazzo Reale e il Museo Khmer. Cena e pernottamento.

9 marzo, venerdì: Phnom Penh – Battambang
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante.
Partenza di buon mattino in direzione nordovest, circa 6 ore di strada verso le province rurali di Kandal, Kompong Speu, Kompong Chhnang e Pursta e Battambang. Si sosta per una visita al grande villaggio in parte galleggiante, sul lago Tonle Sap. La seconda sosta è prevista a Kompong Speu per la visita a Oudong, antica capitale dell’ultima dinastia dell’Impero Khmer e luogo usato per l’incoronamento del Re, si trova a ridosso delle due catene montuose a circa 40 Km a nord di Phnom Penh. Oudong offre spettacolari vedute della campagna circostante. Sosta a  Kompong Chhnang per ammirare le caratteristiche ceramiche fatte a mano. Arrivo e sistemazione in albergo. Nel pomeriggio visita di Phnom Bannon Hill dove, dopo 337 scalini (80 metri di altezza), si raggiunge il tempio di Prasat Bannon (XII secolo) con vista mozzafiato sulle pianure dell’entroterra (la salita sulla montagna è consigliata solo a coloro che non hanno problemi di salute). Cena e pernottamento.

10 marzo, sabato: Battambang – Siem Reap
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante locale.
Si lascia Battambang verso Siem Reap situata ad una distanza di 270km circa e raggiungibile in 8 ore di auto incluse le visite durante il percorso, attraversando Sisophon. Sosta al tempio di Banteay Chhmar, nascosto nella foresta molto vicino al confine con la Thailandia. Sono pochissimi i turisti che visitano questo complesso enorme,una vera e propria città tra le più intriganti dell’impero di Khmer, Banteay Chhmar, la stretta fortezza, dove si possono ammirare sculture, torrette immerse nella foresta. Una seconda sosta è effettuata alla Fabbrica della seta di Pouk alla scoperta dell’intero processo di trasformazione nella produzione di seta – dalla foglia dell’albero di gelso a seta scintillante. La Cambogia ha parecchi secoli di tradizione di produzione della seta, nonostante le molte difficoltà, Pouk è l’unica area che ha mantenuto la produzione e le relative conoscenze ed abilità sia nell’allevamento che nella tessitura del baco da seta. Proseguimento per Siem Reap dove si arriva in serata. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

11 marzo, domenica: Siem Reap
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante locale.
Al mattino visita di Angkor Thom, capitale di Angkor dal X al XV secolo. Se Angkor Wat è il capolavoro dell’Induismo classico, Angkor Thom testimonia il passaggio ad una ispirazione di segno diverso, quella del Buddismo Mahayana, maturata dopo la catastrofe del 1177, quando Angkor fu sommersa dall’invasione dei Cham provenienti dall’attuale Vietnam. Portavoce di questo cambiamento fu il Re Jayavarman VII che ristrutturò completamente Angkor e, con una febbrile campagna edilizia dal 1181 al 1220, edificò la cittadella fortificata di Angkor Thom, che significa “città che sostiene il mondo dandogli la propria legge”. Si visiteranno i siti di Jayavarman VII (1181-1220): Porta Sud, Bayon, Terrazza degli Elefanti, Terrazza del Re Lebbroso; i siti dell XI secolo: Baphuon, Phimeanakas, Khleang Nord e Sud, le 12 Prasat Suor Prat. Nel pomeriggio escursione al tempio di Banteay Srei, a circa 28 chilometri dalla città è considerato un vero gioiello dell’arte khmer, è soprannominato “il Tempio delle Femmine”. La particolarità di questo tempio, unico ad essere stato costruito da un dignitario di corte e non da un Re, sono i bassorilievi in arenaria rosa. Sulla strada del ritorno sosta, al di Preah Khan, Neak Pean, Ta Prohm (Jayavarman VII), tempio Pre Rup e al Prasat Kravan  (templi del X secolo), dedicati a Shiva.

12 marzo, lunedì: Siem Reap
Prima colazione e cena in albergo. Pranzo in ristorante locale.
In mattinata proseguimento delle visite dei templi del complesso di Angkor con il Mebon, tempio indù costruito su un’isoletta al centro del bacino del Baray orientale dal re Rajendravarman (944-952), il Neak Poan tempio buddista dei “Naga intrecciati”, della fine del XII secolo, con una grande piscina centrale e 4 piscine pi piccole sui lati. Il Prea Kan o tempio della spada sacra, della fine del XII secolo, di culto ind; il Pre Rup tempio ind dello stesso periodo del Mebon. Nel pomeriggio visita del maestoso complesso architettonico di Angkor Wat, considerato il monumento più armonioso di Angkor per stile, proporzioni e concezione, divenuto simbolo nazionale rappresentando l’unità del popolo cambogiano. Lo stesso complesso è raffigurato sulla bandiera del paese. Il tempio venne fatto costruire dal Re Suryavarman II (1113-1150), il “re protetto dal sole” che volle farne il suo mausoleo. La sua costruzione iniziò nel 1122 e terminò nel 1150, l’anno della sua morte. Angkor Wat occupa un’area di 2 milioni di metri quadri, circondato da un fossato largo 200 metri, le cui sponde erano ricoperte da gradinate. È l’unico tempio rivolto ad Occidente, in direzione del tramonto, sulla via dei morti. Impressionante è la decorazione di chilometri di bassorilievi scolpiti sulle pareti, nei porticati e nelle gallerie, che illustrano con incredibile ricchezza e vivacità le scene principali dei poemi epici indiani. Rientro in hotel e pernottamento.

13 marzo, martedì: Siem Reap – Phnom Penh / Dubai
Prima colazione e pranzo in albergo.
Al mattino escursione al Lago Tonlé Sap, il più grande di tutto il Sud-Est asiatico, è un eccezionale fenomeno naturale che fornisce risorse ittiche e acqua per l’irrigazione a quasi metà della popolazione cambogiana. Nella stagione delle piogge (maggio-ottobre) l’estensione del bacino passa da 2.500 kmq a 13.000 kmq mentre la profondità cresce da 2,2 metri circa a 10 metri. Questo straordinario processo fa del lago Tonlé Sap una delle riserve di pesce d’acqua dolce più ricche del mondo, in virtù di questo straordinario ecosistema, il lago è stato dichiarato biosfera protetta. Visita al villaggio galleggiante di pescatori Chong Kneas, con le tipiche costruzioni in legno. Al termine rientro in albergo e pranzo. Nel primo pomeriggio partenza per Phnom Penh e arrivo direttamente all’aeroporto in tempo utile per le operazioni di imbarco del volo di rientro. Pernottamento a bordo.

14 marzo, mercoledì: Dubai/Venezia
Arrivo e proseguimento in coincidenza per Venezia. Fine del viaggio.

Sistemazione alberghiera:
Hanoi: Candle Hotel
Halong: Junka
Hue: Park View Hotel
Hoi An: Hoi An Royal
Saigon: Eden Star Hotel
Chau Doc: Victoria Nam Sui Lodge
Phnom Penh: Villa Sovanna
Siem Reap: Mémoire d’Angkor

Voli di linea Emirates da Venezia
28 feb ’18 Venezia / Dubai 15:20/00:05
01 mar ’18 Dubai / Hanoi 03:30/12:30
13 mar ’18 Phnom Penh / Dubai 23:10/06:05
14 mar ’18 Dubai / Venezia 09:40/13:20

La quota comprende

  • I voli intercontinentali e i voli domestici in Vietnam  in classe economica con franchigia bagaglio.
  • I trasferimenti da/per gli aeroporti con mezzi adeguati al numero dei partecipanti e assistente locale.
  • 12 pernottamenti negli hotel indicati o similari, con prima colazione e cena.
  • I pranzi in ristoranti local.
  • Visite ed escursioni con mezzo adeguato e con aria condizionata.
  • Accompagnatore dall’Italia con minimo 15 partecipanti.
  • Guide locali parlanti italiano in tour.
  • Gli ingressi ai siti archeologici.
  • Polizza assicurativa medico bagaglio Filo Diretto con massimale di € 10.000 (termini di polizza e condizioni nella sezione contatti).
  • Kit da viaggio inclusa libro-guida Ed. Polaris.

Note

  • È necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Per l’ingresso in Vietnam non è necessario alcun visto. Per la Cambogia il visto viene rilasciato in frontiera presentando due foto tessera 4×6 con sfondo bianco e pagando circa 30usd.
  • La polizza contro annullamento viaggio Globy Giallo è facoltativa e può essere attivata solo contestualmente all’atto della prenotazione.
  • La tariffa aerea è con posti limitati e soggetta a riconferma da parte della compagnia aerea al momento dell’effettiva conferma di prenotazione.
  • cambio dollaro 1usd= 1,20€